en-USel-GRde-DEit-IT

DIODORO SICULO, BIBLIOTECA STORICA (11.11.6)

Size: 26,5 x 60 cm

Handmade manuscript written with dip pen (with metallic nib) and acrylic ink in Greek minuscule script, as it has been styled in the late Byzantine era.

PER DETTAGLI SUI PREZZI OPPURE PER EVENTUALI ORDINI, COMUNICATE CON NOI


 
 
 
 

 


Diodoro Siculo (traslitterato in Diódōros; Agira , antica Agyrion, 90 a.C. circa – 27 a.C. circa) è stato uno storico siceliota, autore di una monumentale storia universale, la Bibliotheca historica. Diodoro presenta la sua opera, la Bibliotheca historica, come una storia universale dalle origini del mondo alle campagne di Cesare in Gallia e in Britannia. Era composta da 40 libri, suddivisi successivamente in pentadi e decadi. L'opera non si è conservata integralmente. 
http://it.wikipedia.org/wiki/Diodoro_Siculo

La battaglia delle Termopili (in greco antico ἡ ἐν Θερμοπύλαις μάχη, traslitterato in he en Thermopýlais máche) fu combattuta dalle città-Stato greche, unite in un'alleanza e guidate dal re di Sparta Leonida I e dall'impero persiano governato da Serse I. Si svolse in tre giorni, durante la seconda invasione persiana della Grecia, nell'agosto o nel settembre del 480 a.C. presso lo stretto passaggio delle Termopili ("Le porte calde") contemporaneamente alla battaglia navale di Capo Artemisio. La fonte primaria per le guerre persiane è lo storico greco Erodoto. Anche lo storico Diodoro Siculo, che scrisse nel I secolo a.C., nella sua Bibliotheca Historica fornisce un resoconto delle guerre, in parte derivato dal precedente storico greco Eforo di Cuma. Questa descrizione è abbastanza coerente con quella di Erodoto.
http://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_delle_Termopili

La citazione si riferisce a ciò che scrisse Simonide, lodando l'atteggiamento di Leonida e dei suoi 300 spartani nella battaglia delle Termopili.

Famoso è l'encomio reso da Simonide ai morti della battaglia: 
Dei morti alle Termopili
gloriosa la sorte, bella la fine,
un altare la tomba, di singulti il ricordo, compassione la lode.
Un tal sudario né la ruggine
né il tempo divoratutto oscurerà.
Questo sacello d'eroi valorosi come abitatrice la gloria
d'Ellade si prese. Ne fa fede anche Leonida,
re di Sparta, avendo lasciato di virtù grande
ornamento ed eterna gloria. 
https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_delle_Termopili



ΔΙΟΔΩΡΟΣ ΣΙΚΕΛΙΩΤΗΣ, ΙΣΤΟΡΙΚΗ ΒΙΒΛΙΟΘΗΚΗ ΙΑ (11.11.6)

καθόλου δὲ μόνοι τῶν πρὸ ἑαυτῶν διὰ τὴν ὑπερβολὴν τῆς ἀρετῆς εἰς ἀθανασίαν μετήλλαξαν. διόπερ οὐχ οἱ τῶν ἱστοριῶν συγγραφεῖς μόνον, ἀλλὰ πολλοὶ καὶ τῶν ποιητῶν καθύμνησαν αὐτῶν τὰς ἀνδραγαθίας: ὧν γέγονε καὶ Σιμωνίδης, ὁ μελοποιός, ἄξιον τῆς ἀρετῆς αὐτῶν ποιήσας ἐγκώμιον, ἐν ᾧ λέγει“ τῶν ἐν Θερμοπύλαις θανόντων
εὐκλεὴς μὲν ἁ τύχα, καλὸς δ᾽ ὁ πότμος,
βωμὸς δ᾽ ὁ τάφος, πρὸ γόων δὲ μνᾶστις, ὁ δ᾽ οἶτος ἔπαινος.
ἐντάφιον δὲ τοιοῦτον οὔτ᾽ εὐρὼς
οὔθ᾽ ὁ πανδαμάτωρ ἀμαυρώσει χρόνος.
ἀνδρῶν ἀγαθῶν ὅδε σηκὸς οἰκέταν εὐδοξίαν
Ἑλλάδος εἵλετο. μαρτυρεῖ δὲ καὶ Λεωνίδας
ὁ Σπάρτας βασιλεύς, ἀρετᾶς μέγαν λελοιπὼς
κόσμον ἀέναόν τε κλέος.

Diodorus Siculus. Diodorus of Sicily in Twelve Volumes with an English Translation by C. H. Oldfather. Vol. 4-8. Cambridge, Mass.: Harvard University Press; London: William Heinemann, Ltd. 1989.
http://www.perseus.tufts.edu/hopper/text?doc=Diod.+11.11&fromdoc=Perseus%3Atext%3A1999.01.0083